Get Adobe Flash player

Finalmente la band ha rilasciato ufficialmente il nuovo singolo che porterà a Stampede of the Disco Elephants, album di cui ormai è impossibile capire una data certa per l’uscita.
Il singolo è direttamente scaricabile dal sito ufficiale della band (clicca qui per scaricare).
Qui di seguito nel player è riportata la canzone con il testo, 5 minuti e mezzo di puro Funk/Rock/Rap in pieno stile anni 90.
Enjoy the music!!!

PS: in più la band in qualche intervista ha rilasciato delle indicazioni su quale potrebbe essere il loro futuro, tra il quale potrebbe esserci l’abbandono definitivo degli LP a favore degli EP, per poter fornire più rapidamente musica nuova e non dover fare lavori che occupino troppo tempo, perciò troppo dispersivi e con il rischio che succeda quello che sta succedendo con SOTDE.
In più hanno rivelato nuove date live che riguardanti il Nord America, terra quasi ormai impraticabile per loro, anche se questa volta sembrano avere un tour di due mesi ben organizzato.
Speriamo che questo porti a un più rapido rilascio del nuovo album.

Il nostro Federico Benzo (AKA FreddieTheJedy per la Community, sempre più inviato speciale per IB) ha avuto la possibilità di assistere a una delle date del Kerrang! Tour, potendo così riportare la sua testimonianza qui di seguito:

Venerdì scorso ho avuto la fortuna di trovarmi a Londra,alla storica O2 Brixton Academy,per assistere alla tappa finale del Kerrang tour 2014! Per chi non è familiare con questa rassegna,si tratta di una serie di date in tutto il Regno Unito che presentano 4 band nel bill. Due gruppi emergenti,un gruppo discretamente affermato come supporto principale e un grosso nome affermato a fare da headliner. Sebbene fosse la mia ottava esperienza dal vivo con Fred&co,era la mia prima volta ad un tour sponsorizzato dal noto trend-setting rock magazine inglese,per cui ero curioso dell’atmosfera che avrei trovato.La scelta stessa dei Limp Bizkit come headliner di un tour come questo,generalmente rivolta a un pubblico più attento ai trend del momento e a realtà più fresche,era molto interessante,anche perchè annunciato come il primo che avrebbe promosso l’appena concluso nuovo album Stampede Of The Disco Elephants.E nonostante non sia stato proprio così,ho avuto la fortuna di ricevere comunque una bella sorpresina in merito. Continuate a leggere per scoprire quale…

La serata inizia alle 19.15,quando dopo aver lasciato la giacca al guardaroba (prima nota di novità rispetto al passato…il mio primo concerto dei Limp Bizkit in inverno dopo 7 epiche battaglie vissute,indoor e outdoor,a temperature canicolari fà parecchio strano)salgono sul palco i Baby Godzilla,4 ragazzotti con la fissa dei nasi sanguinanti che danno il massimo nei 20 minuti a loro disposizione,con un attitudine live molto simile ai Dillinger Escape Plan,con membri che cantano e suonano in mezzo al pit,saltano da una cassa all’altra e fanno roteare gli strumenti. Dritti al punto,una buona apertura.

Veloce cambio palco,mi sposto in terza fila ed è il momento del sestetto californiano Nekrogoblikon. O meglio,la band sarebbe di 7 persone,data la presenza dell’esilarante mascotte/hype man John Goblikon,che a prima vista sembra un impiegato appena uscito dall’ufficio a festeggiare carnevale ma che si rivela invece la vera anima della festa,con discorsi demenziali tra un pezzo e l’altro e piccole scenette che divertono il pubblico,preso bene dal mix di humor,metalcore e tecnica power dell’outfit che di certo continuerà a far parlare,grazie alla particolarità della loro proposta musicale/scenica.

Arriva il turno dei giapponesi Crossfaith,il gruppo che personalmente ero più curioso di ascoltare dei 3 di supporto. E infatti non deludono. Nella mezzora a disposizione,i ragazzi dimostrano una presenza scenica impressionante e una gran potenza di suono,regalando ai presenti una performance folgorante. Soprattutto da parte del batterista indiavolato e del frontman Kenta Koie,abile a coinvolgere tutti in varie forme di partecipazione come circle pit e get-down-then-jump,usato molto,tra gli altri,anche dagli stessi Bizkit. Il loro metalcore a tinte elettroniche e la cover di Omen dei Prodigy scaldano a dovere tutti quanti. Non c’è che dire,eccellenti,hanno serie possibilità di fare strada e di costruirsi un seguito importante.

Ore 21:50: il momento per il quale il sottoscritto ha risparmiato le sue energie migliori. Wes Borland per questo tour ha scelto un costume descritto come “un turista in vacanza alle Hawaii”,formato da cappello di paglia,occhiali da sole,giacchetta eccentrica e short bianchi,a cui si aggiungono collane di fiori e drink in bicchieri di ananas. Si presenta e ci canta un’allegra “cowboy song” con un piccolo ukulele,prima di lanciarsi,insieme al resto della band che lo raggiunge,nella più feroce versione di 19 teen 90 nine che abbia mai sentito dal vivo.

Fred si presenta in felpa nera del proprio merchandise,la barba da anziano saggio che ha iniziato a caratterizzarlo dall’anno scorso e cappellino da pescatore e ci fà sapere che questa serata è la ragione principale per cui hanno accettato questo tour. Da questo momento segue un’ora e 15 di allegro macello. Uno spezzone di Welcome To The Jungle dei Guns’n'Roses anticipa Rollin,che butta altra benzina sul fuoco,con i guerrieri del pit che cantano e fanno moshing come matti. Lo spirito e l’energia Bizkit sono innegabilmente in circolo nell’aria già densa di bounce e groove. Faith,preceduta dalla solita dedica alle ladies presenti,non fà che ribadire il punto. Prima di Gold Cobra,Fred ci fà sapere che John ha rotto uno dei suoi piatti e questa è solo una delle tante battute che lui e Wes dispensano fra le canzoni,incluse le prese in giro a un non meglio identificato Danny sulla balconata.

La titletrack dell’ultimo album viene ormai accolta come un classico a tutti gli effetti e mantiene alto il coinvolgimento,che raggiunge il suo picco nel blocco-2000 formato da Hot Dog(con un azzeccato intermezzo di Creeping Death dei Metallica e seguita da uno snippet di Master Of Puppets),My Generation e Livin’ It Up,durante la quale Fred si sposta a lato del pit nell’area disabili da dove sguinzaglia il bridge. Da notare come Franko Carino metta interludi come In Da Club di 50 Cent tra un pezzo e l’altro.

Dopo My Way,col suo sing-along,arriva il famigerato momento-richieste puntualmente ignorato da un Fred divertito nel fare air-bass dell’intro di Rearranged,la quale sfocia nel momento-Nirvana,ovvero Heart Shaped Box e Smells Like Teen Spirit suonate fino al primo ritornello,in cui si cimenta Wes nella voce. Il pubblico risponde alla grande,un pò meno quando Fred ci dice che sono rimasti 11 minuti. Chiamati a scegliere fra Nookie e Boiler,il pubblico ruggisce la sua approvazione per il singolo che li ha catalputati nel mainstream. Bel moshing e chiusura in crescendo con la sorpresa di cui ho accennato. Fred ci dice di voler fare uno dei nuovi pezzi registrati per Cash Money Records,Ready To Go,insieme a Lil Wayne,che annuncia presente qui stasera…invece ci porta sul palco Jennifer Walker,la nuova editrice di Kerrang,che interpreta in modo un pò goffo e imbarazzato la parte di Wayne. Pochi rispondono in modo entusiasta al pezzo pubblicato l’anno scorso,ma per me da sola ha reso speciale e unico questo show,dal quale altrimenti non avrei avuto nulla che non avessi già sentito. Da rivedere il basso eccessivamente distorto di Sam che percorre tutto il pezzo.

Take A Look Around con il suo riff bestiale e l’inno Break Stuff,anticipata dalle sirene di Franko come a voler dire “è arrivata l’ambulanza” e dall’invito di Fred a chi è esausto a lasciare il pit,portano via le energie residue dei presenti,che urlano “Break your fuckin’face tonight!” come se le loro vite dipendessero da questo. Lo show si chiude sulle note di Stayin’ Alive dei Bee Gees. Gig massiccio,dove per l’ennessima volta nonostante la presenza di tante hits ho avuto modo di vedere qualcosa di diverso dalla volta precedente. La band non delude mai,ora è davvero il momento di darci dentro con questo nuovo album che dalle interviste fatte sembra avere le potenzialità per portare la band a un nuovo livello.

Piccola nota a parte per il successivo after show tenuto al Garage dallo storico ex DJ Lethal,che mette su una ricca selezione di pezzi rock e hip hop,inclusi ovviamente quelli dei Limp,e che rappresenta un gradito finale di serata per una ventina di fans provenienti da Brixton. L’ho trovato molto in salute e disponibile a parlare con tutti e questo dj set,sicuramente se non rappresenta un passo verso il ritorno in formazione dopo le sgradevoli vicende di due anni fà,almeno fà capire che ora la situazione si è decisamente ammordibita tra le due parti. Chissà il futuro cosa riserverà…

CHEERS!

FreddieTheJedi

PS: Per quanto riguarda l’usicita del nuovo album sembra che sia ancora tutto in alto mare, poichè la band si è ritrovata prima della partenza per il Regno Unito a casa di Sam per delle recording session, ma nulla ancora è stato ufficializzato.

Dopo aver rilasciato il nuovo singolo, “Thieves”, scaricabile gratuitamente direttamente dal sito della band, arriva una “vecchia” novità. Per tutti quelli che si chiedevano che fine avesse fatto il video di “Lightz”, rilasciato ormai fin troppo tempo fa, eccolo qua. Fred, con una nota che troverete dopo il player del video, ha voluto spiegare bene il perchè di questa scelta stilistica riguardo la canzone, cosa che per un vero LB Fan non dovrebbe essere che scontata.

Questo è per i pochissimi che sono chiaramente persi nella loro mancanza di consapevolezza e dell’evoluzione di sé . Questo pezzo, “Lightz”, è il risultato di un’esperienza unica che abbiamo avuto con Cash Money Records. Ci siamo divertiti molto nel nostro tempo passato insieme e siamo orgogliosi di questa collaborazione . Come rock band troviamo il modo di abbassare il ritmo e trovare il percorso in modo da poterci godere la prospettiva da altri punti di vista . E ‘ rinfrescante allontanarsi dalla normalità di tanto in tanto . E ‘ ci aiuta a ricordare chi siamo. Per quanto riguarda i vostri commenti pigri e negativi, sono solo un ricordo del perché facciamo quello che vogliamo fare. Non incoraggiamo tali negatività e sicuramente non vogliamo neanche abbracciarle. Voi continuate a fare quello che fate che noi continuiamo a fare quello che facciamo . Siamo orgogliosi di voi per quello che siete, a prescindere . Alcune persone sono così mortificate con se stesse che hanno bisogno di sminuire gli altri per sentire qualcosa che non è neanche lontanamente gratificante. Come vittima di tali comportamenti per la maggior parte della mia vita , sinceramente spero per voi che possiate trovare la felicità non a scapito di altri, abusandone. Continueremo a fornire un sacco di materiale polarizzante per la vostra terapia personale . Vi vogliamo bene . A tutti voi . E siamo molto grati per quello che avete fatto per noi. Godetevi il viaggio . E ‘ una montagna russa infernale.Cordiali saluti . FD

Finalmente Fred ha postato un tweet veramente interessante, dove specifica che il 1° di novembre la band rilascerà il secondo estratto da Stampede of The Disco Elephants. Il link per il download verrà postato direttamente sul loro account di Twitter.

Per il resto sembra che la band sia viva più che mai visti gli impegni che si sta prendendo dal vivo, dove dopo aver intrapreso il tour sudamricano ora si sta dedicando a quello australiano, per poi passare per qualche data europea (nord ed est europeo), per poi tornare l’anno prossimo per il tour Britannico sponsorizzato da Kerrang! (Sperando in un ritorno in Italia, ovviamente).
Qui di seguito le date in cui la band deve ancora  esibirsi.

Australia Tour:
31.10.2013  Perth, WA, Metro City

European Fall Tour:
05.11.2013  Antwerpen, Belgium, MuziekCentrum Trix
06.11.2013  Utrecht, Netherlands, Tivoli Oudegracht
07.11.2013  Utrecht, Netherlands, Tivoli Oudegracht
09.11.2013  Stockholm, Sweden, Fryshuset Klubben
12.11.2013  Helsinki, Finland, Nosturi

Russian Tour:
15.11.2013  Krasnoyarsk, Russia, Sport Palace
17.11.2013  Novosibirsk, Russia, EXPO Center
18.11.2013  Omsk, Russia, Avangard Arena
20.11.2013  Ekaterinburg, Russia, KRK Uralec Ice Arena
22.11.2013  Chelyabinsk, Russia, Tractor Arena
24.11.2013  Ufa, Russia, Arena Salavat
26.11.2013  Voronezh, Russia, Complex
28.11.2013  St.Petersburg, Russia, A2
29.11.2013  Moskva, Russia, Stadium Live!

01.12.2013  Kiev, Ukraine, Stereo Plaza
02.12.2013  Minsk, Belarus, Arena

2014

Kerrang! Tour:
08.02.2014  Cardiff, Wales, University Great Hall
09.02.2014  Liverpool, England, o2 academy
11.02.2014  Dublin, Ireland, Olympia Theater
12.02.2014  Bristol, England, o2 academy
13.02.2014  Birmingham, England, o2 academy
15.02.2014  Newcastle Upon Tyne, England, o2 academy
16.02.2014  Glasgow, Scotland, o2 academy
17.02.2014  Manchester, England, Academy
19.02.2014  Norwich, England, UEA
20.02.2014  Southampton, England, Guildhall
21.02.2014  London, England, o2 academy Brixton

 

 

Signore e Signori, ecco a voi l’attesissimo video di Readty 2 Go!!!

PS: Fred ha anche rilasciato un’intervista a Reddit dove ha spiegato un po’ la situazione di “Stampede Of  The Disco Elephants”:
L’album uscirà nel primo quarto del 2014 (niente da fare sulla speranza di vederlo in autunno), di suoi progetti futuri come regista (ha in programma un altro film, il terzo per la precisione) e che la band ha intenzione di rilasciare almeno 3 singoli prima dell’uscita dell’album.
L’intervista poi è virata su molti argomenti, da un possibile tour a tema 3 Dollar Bill (scartata dallo stesso front man) all’eventualità di un’uscita di “The Unquestionable Truth part 2″ (dove questa volta Fred ha confermato che è rientrato nei piani della band), fino al rapporto con gente che ha fatto parte della sua vita, come Zakk Wylde (ora dice che sono amici) o di cui non vuol più sentirne parlare  (Eminem o Britney Spears)…
Importante e significativo quanto venga sottolineato dallo stesso Fred quanto sia fondamentale l’amicizia e l’intesa che si è creata tra lui e Wes, visto che all’inizio dell’avventura nei Limp Bizkit il rapporto tra i due era piuttosto disfunzionale e non andava al di la della cosa professionale. Divertente soprattutto la parte in cui spiega il perchè sul nome della band (e tra ile possibilità c’erano anche Gimp Disco, Split Dickslit, Bitch Piglet o Blood Fart) e della sua perplessità per lo stupore dei fans riguardo al suo cambio di look (ovviamente parliamo della barba).

Chi sperava in un rilascio a breve termine di SOTDE sarà sicuramente deluso… Inganniamo l’attesa con la visione del nuovo video allora!!!

Ragazzi, TheBoiler.info, la comunità latinoamericana dei Limp Bizkit, è stata incaricata direttamente dalla band di lanciare il nuovo video, ma verrà rilasciato a una condizione…. Raggiungere 1000 “Mi Piace” e 1000 condivisioni!!!
Obbligatorio mettere sia mi piace che condividere!!! Volete il video di “Ready To Go”? Fatelo direttamente dalla pagina facebook di TheBoiler.info da questo link, mi raccomando: https://www.facebook.com/theboiler.info?ref=stream&hc_location=timeline

(foto by Leonardo Brugnano AKA Lex per la Community)

Si è conclusa la due date italiana dei Limp Bizkit, dove ieri sera sono stati protagonisti all’Alcatraz di Milano di un concerto veramente esaltante, e noi ovviamente eravamo lì per testimoniare tutto ciò.

La band ha raggiunto ormai la sua dimensione e la sua maturità, infatti ieri sera si è potuto constatare quanto ormai la chimica tra i vari componenti sia talmente perfetta da coinvolgere e “manipolare” il pubblico in qualsiasi modo vogliano, perchè volenti o nolenti, questo gruppo dal vivo ha una marcia in più. La mancanza di Lethal si farà sentire, Dj Skeletor fa del suo meglio, ma non può sostituire forse il Dj più formidabile dal vivo per quello che riguarda questi tipi di concerti.

Lo show inizia subito benissimo, l’entrata “western” della band è molto cool, ma il pubblico impazzisce subito sull’intro della prima canzone, ovvero “Pollution”.

Il pubblico italiano entra subito in contatto con Fred e soci, perchè quante volte si avrà la possibilità di risentire questa canzone dal vivo? Una di quelle rarità che bisogna godersela fino in fondo!!!
Il susseguirsi delle canzoni successive fa andare subito su di giri il pubblico, vuoi Gold Cobra per scaldarsi, ma quando arriva My Generation incomincia il vero show (peccato per la defezione di Lee, perchè questa è la sua canzone), poi le varie ”Livin It Up”, ”My Way”, “Hot Dog”, “Bring It Back”, “I’m Broke” (altra chicca per i fans più sfegatati). Nel mentre sul palco arriva  una scarpa, ma Mr.Durst, in tutta calma, chiede gentilmente al pubblico di non lanciare oggetti sul palco che non siano mutandine (rigorosamente femminili) o reggiseni
Arriva il momento del medley di cover, il momento di Wes, che con la band si esibisce nelle versioni strumentali di in “Holy Wars” dei Megadeth, “Master of Puppets” dei Metallica, “Alive” dei Pearl Jam e l’intera versione cantata proprio da lui di “Smells Like Teen Spirit” dei Nirvana.
Arriva poi il momento di “Nookie”, con dedica speciale di Fred a tutte le ragazze presenti in sala, e una “Re-Arranged” che da un po’ di tregua al pubblico.
Quest’ultima non fa nemmeno tempo a finire che subito parte “Killing in the Name Of” dei RATM, ormai cavallo di battaglia della band per quanto riguarda questo tour, eseguita magistralmente e l’assolo di Tom Morello viene suonato alla perfezione da Wes con quel suo tocco magico che solo la sua Jackson può dare!!!
Si ricomincia col repertorio originale della band, ripreso con “Behind Blue Eyes” (ok, non proprio originale ma fa parte della discografia, perciò…), brano utilizzato sempre dalla band come pausa per Wes, John e Sam. La canzone viene cantata a squarciagola da tutto l’Alcatraz, Fred ne rimane talmente estasiato da non cantare più sul finale della canzone, lasciando spazio al pubblico. Da notare un’avvenente ragazza che si prodiga in un topless in favore della band, per la gioia del pubblico maschile, roba piuttosto rara da queste pari!!!

Arriva il gran finale, un poker d’assi che vale il prezzo del biglietto, “Faith”, “Counterfeit” (il loro primo singolo, con grande gioia del pubblico), ma troncata sul finale per partire subito con “Take A Look Around”, infine la chiusura con “Break Stuff”.
La band lascia poi il palco sulle note di “Stayn’ Alive” dei Bee Gees, con un po’ di disappunto del pubblico,che forse si aspettava che chiudessero il concerto con “Rollin’”, grande esclusa del concerto.

Per l’ennesima volta la band non ha deluso, lo possiamo giustamente dire, anzi, per i fans più pazienti ha anche voluto rendere omaggio all’uscita del locale firmando autografi e facendo foto con la massima disponibilità, sempre supervisionati però dai loro body guards molto ligi al dovere. Una cosa che ormai troppe band non fanno più.

Aspettando l’ufficialità dell’uscita di “STAMPEDE OF THE DISCO ELEPHANTS”  che arriverà molto probabilmente con la chiusura del tour europeo (che vedrà la band impegnata settimana prossima in un paio di date in Russia), ci auguriamo che la band abbia ancora la possibilità di suonare nel nostro paese il prima possibile!!!

Ieri i Limp Bizkit si sono esibiti in quel di Roma, qui a fianco potete vedere la scaletta, non del tutto precisa visto che hanno eseguito la cover di “Killing in The Name” dei Rage Against the Machine dopo “Re-Arranged”.

Una scaletta molto potente con qualche chicca per i Fans più sfegatati, come “No Sex”, “9 teen 90 Nine” e “The Propaganda”.

Aspettiamo in trepida attesa il Live di stasera a Milano, dove lo staff dell’Italianbizkit insieme agli altri fans della community (che non hanno potuto assistere allo show di Roma) sarà presente per testimoniare la seconda data italiana.

Ready To Go, Ready for the Moshpit!!!

E’ passato ormai più di un mese dall’ultimo aggiornamento… Ci scusiamo per il ritardo ma ci siamo presi tutto questo tempo per poter così fare una situazione generale sulla band, del tour USA e delle prime date europee, delle novità trapelate dalla band durante molte delle interviste rilasciate On The Road e ancora altro…

Partiamo dicendo che il tour USA è stato un vero successo, con date praticamente tutte SOLD OUT (anche se bisogna sottolineare che le location non erano di certo mastodontiche) e che l’interesse per la band non è ancora scemata, anzi tutt’altro… In tutto questo c’è da dire soprattutto che la band ha rispolverato canzoni che dal vivo non faceva da quasi quindici anni, come “Don’t Go Off Wandering”, “Stuck” o “Sour” o novità come “Hold On”… I Fans statunitensi sono stati fortunatissimi, in quanto la band ha privilegiato un approccio molto hold school, per i fans più hardcore della band, proponendo setlists veramente varie e mai banali (la nostra impressione è che ripeteranno la stessa cosa nei concerti più “intimi” in europa) … Bella soprattutto l’iniziativa della band di sonare gratis per una manciata di fan ad Oklahoma City, dato che l’appuntamento era stato cancellato per via del recente disastro meteorologico… L’unica pecca l’ufficialità dell’esclusione di DJ Lethal dal tour…

Qui veniamo al dunque… Lee non è stato cacciato dalla band, ma è stato “allontanato a tempo indeterminato”, perchè, come sottolineato dal resto del gruppo, lui continua a farne parte, ma per ora non è nello stato psico-fisico per poter affrontare la cosa… Dovranno parlare a quattrocchi per discutere della questione…
Wes ha voluto però chiarire ulteriormente, dicendo che per lui la band è formata prevalentemente dai 4 strumenti essenziali, che oltre a lui ovviamente sono Fred, John e Sam, poichè crede che la band in fase compositiva possa fare a meno del DJ, un ruolo che lui considera complementare ma non essenziale (visto che originariamente i LB erano in quattro).
Lethal farà sempre parte della famiglia, ma potrà tornare ad esserne parte attiva quando non sarà nè dannoso nè un peso per il resto del gruppo. Nonostante questo Lee comunque sta sfornando nuova musica con suoi porgetti personali.

Adesso torniamo al presente, o meglio, al futuro… STAMPEDE OF THE DISCO ELEPHANTS non ha una data di rilascio ben precisa, o almeno per ora non è ancora stata stabilita… Fred, in un’intervista ad ALTSOUNDS ha specificato che vorrebbero farlo uscire verso metà estate, anche se ancora non è tutto deciso. Le date tra fine agosto e inizio settembre sembrano le migliori per quanto riguarda il rilascio…

Che dire… Molta carne al fuoco, la band non è mai sembrata tanto carica quanto tranquilla come in questo momento, aspettandoli di vederli in Italia per le due date di Rome e Milano, molto fiduciosi di per un concerto da ricordare, soprattutto visto la varietà delle setlists.

Vi porgiamo i nostri saluti e sfruttiamo l’occasione per “allegare” l’intero live del Rock Am Ring di qualche giorno fa:

E’ finalmente partito il tour 2013 che vedrà protagonista la band per i prossimi 3 mesi, che li porteranno fino a noi, alle date italiane di Roma e Milano del 20 e 21 giugno.
Confermato in scaletta il nuovo singolo “Ready To Go” e la prima volta di “Hold On”, insieme al ritorno di “The Truth”.
La serata è stata molto espolsiva, con una scaletta ben farcita e con la ciliegina sulla torta, cioè con la cover dei RATM diKilling in the name of…(clicca sopra per vedere il video del live)

Qui di seguito la setlist:

    1. The Truth
    2. Show Me What You Got
    3. My Generation
    4. Livin’ It Up
    5. Hot Dog
    6. Gold Cobra
    7. Bring It Back
    8. My Way
    9. Re-Arranged
    10. Break Stuff
    11. Encore:
    12. Hold On
    13. Smells Like Teen Spirit  (Nirvana cover)
    14. (You Gotta) Fight for Your Right (To Party!) (Beastie Boys cover)
    15. Alive (Pearl Jam cover)
    16. Rollin’ (Air Raid Vehicle)
    17. Take a Look Around
    18. Ready to Go
    19. Eat You Alive
    20. Behind Blue Eyes (The Who cover)

 

  • 13.-14.09.14
    Aftershock Festival
    Sacramento
    United States
  • 26.09.14
    Limp Bizkit
    Kansas City MO
    United States
  • 27.09.14
    Limp Bizkit
    Saint Paul
    United States
  • 28.09.14
    Limp Bizkit

    United States
  • 30.09.14
    Limp Bizkit
    St Louis
    United States
  • 03.10.14
    Limp Bizkit
    Detroit
    United States
  • 04.-05.10.14
    Louder Than Life Music Festival
    Louisville, KY
    United States
  • 06.10.14
    Limp Bizkit w/ Machine Gun Kelly
    Huntington
    United States
  • 07.10.14
    Limp Bizkit
    Upper Darby
    United States
  • 08.10.14
    Limp Bizkit
    New York
    United States
  • 10.10.14
    Limp Bizkit
    Boston
    United States
  • 11.10.14
    Limp Bizkit
    Wallingford, CT
    United States
  • 12.10.14
    Limp Bizkit
    Silver Spring, MD
    United States
  • 15.-16.11.14
    KnotFest Japan 2014
    Chiba-city
    Japan